Tenuta Rossetti

News

napoli

Anteprima italiana Tenuta Rossetti – Castel dell’Ovo, Napoli – 14 settembre 2013

Posted on

L’evento espositivo “Ventre molle – Napoli come Rio” è un progetto itinerante che punta a realizzare un ponte tra due paesi lontanissimi eppur vicini, attraverso l’arte e i suoi segreti, quelli che si apprendono a scuola. Mario Ferrante, artista italo-carioca ha scelto Napoli come prima tappa di un viaggio ideale che attraverserà con le sue ultime opere Montecarlo, Berlino per raggiungere Rio de Janeiro e gettare le basi per la costituzione di un’accademia delle Belle Arti che il Brasile non ha.

L’evento espositivo “Ventre molle – Napoli come Rio” è un progetto itinerante che punta a realizzare un ponte tra due paesi lontanissimi eppur vicini, attraverso l’arte e i suoi segreti, quelli che si apprendono a scuola. Mario Ferrante, artista italo-carioca ha scelto Napoli come prima tappa di un viaggio ideale che attraverserà con le sue ultime opere Montecarlo, Berlino per raggiungere Rio de Janeiro e gettare le basi per la costituzione di un’accademia delle Belle Arti che il Brasile non ha.

Dal 14 al 30 settembre 2013, Castel dell’Ovo ospita il primo appuntamento della mostra inaugurata con la presentazione di un acquarello realizzato per le etichette di una edizione limitata di bottiglie di vino della storica Tenuta Rossetti che da oltre due secoli produce vino nel Sannio, manifestazione che testimonia l’importanza di eventi culturali che legano l’arte al mondo delle imprese.

“Napoli e Rio – racconta Mario Ferrante – Come da un ventre molle e sempre fertile, le due città (nota di straordinaria casualità, prodotta dalla Storia) hanno generato la propria “Periferia” nel luogo più vivo ed intimo del loro centro storico. I quartieri spagnoli, ridondanti di abbagli, tra le feritoie di “bassi” stracolmi di vita, ai margini di tutto, come le favelas di Rio, abbarbicate sulle colline che cingono in un abbraccio dolcissimo la spettacolare baia e che di sera producono il “miracolo” della trasformazione di quelle budella piene di sangue e di orrori indicibili in un diadema di luci, le poverissime luci rubate alla città, per illuminare le baracche di legni e lamiere, adornante Rio come una sposa pronta a vivere la propria magica notte!”

Copyright © 2019 Tenuta Rossetti P. iva 01482350624